Libri   Libreria Belriguardo  
Libreria Belriguardo - Vendita libri online - Libri antichi, libri rari, libri d'arte.
Editrice Belriguardo - Vendita online di libri, libri arte, libri antichi, stampe, incisioni, edizioni rare.

  Le confessioni di un italiano : (le confessioni di un  ottuagenario)      Prima edizione critica collazionata sul manoscritto a cura di  Fernando Palazzi ; con 232 illustrazioni e 22 tavole fuori testo di  Gustavino Autore: NIEVO Ippolito
Titolo: Le confessioni di un italiano : (le confessioni di un ottuagenario)      Prima edizione critica collazionata sul manoscritto a cura di Fernando Palazzi ; con 232 illustrazioni e 22 tavole fuori testo di Gustavino

> Letteratura > Letteratura italiana
> Letteratura > Prosa italiana
> Arte > Pittura

Anno pubblicazione: 1931
Editore: Milano : Treves-Treccani-Tumminelli
Collana:
Formato: cm. 36 x 28
Pagine: 630 complessive
Volumi: 1 volume
Rilegatura: Imitlin verde scuro con titolo e fregi dorati al piatto e al dorso; presenza dii fregi impressi, tono su tono; varie abrasioni, piccole mancanze e cerniere interne semi staccate
Stato conservazione: Molto buono , ad eccezione della rilegatura, piuttosto compromessa
Descrizione opera: Gustavino, pseudonimo di Gustavo Rosso (Torino, 1881 – Milano, 1950), è stato un illustratore italiano. Collaborò con riviste e periodici (tra cui il "Corriere dei Piccoli" e "Il Lavoro" di Genova) e illustrò numerosi classici della letteratura, come il Peter Pan di James Barrie, Le confessioni d'un italiano di Ippolito Nievo, il Circolo Pickwick di Charles Dickens e I promessi sposi di Alessandro Manzoni. Tipici della sua opera erano il realismo attento ai particolari e l'uso raffinato del chiaroscuro. Ippolito Nievo è uno scrittore e patriota (n. Padova 1831 - m. 1861 per naufragio mentre tornava dalla Sicilia nel continente). Questo lungo romanzo fu composto in 8 mesi nel 1858 (pubblicato solo nel 1867, col titolo di Confessioni di un ottuagenario). La narrazione si svolge in prima persona ed è divisa in ventitre ampi capitoli, ciascuno dei quali è preceduto da una sintetica rubrica. L'insieme costituisce l'autobiografia immaginaria dell'ottuagenario Carlino Altoviti, le cui vicende personali si intrecciano con gli eventi politici, dalla caduta della Repubblica di Venezia alla dominazione francese, alla Restaurazione, alle cospirazioni e alle battaglie del Risorgimento, fino al 1858. Quando N. vi si abbandona alla descrizione di caratteri visti attraverso «quel lume di fiaba che è il ricordo», o attinge alla sua diretta esperienza, si delineano felici consonanze dell'ambiente col protagonista, nascono figure indimenticabili (la Pisana, Clara, Giulio del Ponte), interni di mitica bellezza (la cucina di Fratta). Allorché, al contrario, gli eventi storici narrati (dalla caduta della Repubblica di Venezia al 1858) prendono il sopravvento sulle figure, la vastità della tela non è più dominata dall'autore, che indulge allo straordinario e allo scenografico. L'importanza storica del romanzo, tra i Promessi Sposi e i Malavoglia, sta appunto nel tentativo, anche se solo in parte riuscito, di fondere l'interesse storiografico con lo psicologico. Al suo realismo sfumato nella fiaba guardò con vivo interesse molta narrativa contemporanea.
Note: Numerose illustrazioni di pregevole fattura.Scritto su due colonne. XXXVII, 1pb, 1cnn, 584pp, 3ccnn.
Prezzo: 400,00 340,00 €



Tag: Le confessioni di un italiano : (le confessioni di un ottuagenario)      Prima edizione critica collazionata sul manoscritto a cura di Fernando Palazzi ; con 232 illustrazioni e 22 tavole fuori testo di Gustavino, NIEVO Ippolito